Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ci ha rassicurati e ci ha invitato a presentare una nostra idea in merito anche alla mobilità interna del personale, argomento sul quale stiamo già lavorando.

Finita questa prima parte siamo andati subito alle domande dirette, quelle per cui abbiamo chiesto l’appuntamento.

Produttività 2013: a quando il pagamento? E' stato trovato il fondo?

Il fondo, a parte un’esigua somma che non si sa dove sia finita, si è trovato e la produttività sta per essere pagata, ma in seguito alla costituzione dell’O.I.V. che deve lavorare sulla documentazione per accertare gli importi (operazione  che ancora non era stata neanche cominciata); il bando per la costituzione del Organismo è stato pubblicato la scorsa settimana per cui si può presumere che entro fine anno in busta paga di novembre o dicembre i dipendenti potranno avere la produttività del 2013. Per il 2014 la produttività sarà legata alla nuova costituenda organizzazione dipartimentale e quindi sarà argomento della prossima contrattazione sindacale che abbiamo saputo, essere programmata per il 21 p.v.

Possibilità di considerare un passaggio di fascia giuridico?

" Assolutamente contrario, anche perché è prevista una spesa dal fondo per la nuova organizzazione" –“Se si parla di P.E.O. si deve dare una risposta economica” – dice Vullo – “e non è pensabile, anche se una sentenza si esprime favorevolmente, parlare di Passaggio Economico Orizzontale senza soldi”.

Banca delle ore e tabulati dei dipendenti con i calcoli delle ore e ferie?

Il DG è disposto ad aprire un tavolo per discutere della banca delle ore ma sulla motivazione che da gennaio sono spariti i tabulati, non ci ha saputo dare una risposta e rimane perplesso sulla gestione del passaggio dal vecchio software al nuovo che avrebbe dovuto migliorare il sistema non peggiorarlo! E su questo ci darà risposta, così come sul mancato funzionamento dei lettori badge al Papardino e all’ingresso terzo piano.

Problema della Dialisi?

Esposto il problema della dialisi dovuto alla grave mancanza di personale infermieristico: questa estate i colleghi sono  stati obbligati a fruire di soli sei giorni di ferie ciascuno, mentre dall’Urologia (dove sono in esubero) due infermieri  hanno fatto richiesta di trasferimento in dialisi e fino  ad  oggi non sono stati trasferiti. Il DG ci ha chiesto di pazientare finché la riorganizzazione, ormai imminente, avrà luogo.

Saranno i RID  ad occuparsi di questi problemi e se non fanno bene, saranno destituiti.

Mentre si chiacchierava, il DG ripresenta la sua idea di parcheggi a pagamento per i dipendenti.

La sua motivazione è quella che con il ricavato si potrebbe provvedere ad un servizio di sorveglianza, considerando anche il fatto che, se pur sporadicamente, sembra siano stati denunciati  furti  ed atti vandalici all'interno dell'area aziendale.  Abbiamo ribattuto che sarebbe meglio installare un sistema di videosorveglianza: “L’azienda ha molti ingressi e comunque sarebbe difficile controllarli tutti” – afferma Francesco Ruggeri – e per quel che riguarda la tassa parcheggio, noi non siamo d'accordo: la soluzione del pagamento da parte dei dipendenti non trova riscontro in una realtà diversa da quelle messe in evidenza dal DG Vullo che ci paragona ad altre aziende in Italia e a Messina dove queste scelte sono state già messe in atto.

"A differenza di quelle grosse aziende di cui parla” – replica Paolo Quartaronello – “il Papardo è scarsamente servito dai mezzi pubblici che, oltre ad essere deficitari nel servizio, vanno solo in direzione della città e non collegano le colline e i villaggi tirrenici; l’ultimo autobus parte alle 20 per la città!”. Il DG si propone di chiedere al Sindaco di intervenire sui servizi... vedremo... ma con la crisi dell’ATM sarà difficile!

La delegazione Nursind

 

Bisturi e Nuvole: la faccia triste della sanità siciliana tra riforme ed illegalità - See more at: http://www.infermieristicamente.it/articolo/2389/infermiere-per-errore-storia-di-un-manager-siciliano-di-successo/#sthash.6fKPBBSl.dpuf
Bisturi e Nuvole: la faccia triste della sanità siciliana tra riforme ed illegalità - See more at: http://www.infermieristicamente.it/articolo/2389/infermiere-per-errore-storia-di-un-manager-siciliano-di-successo/#sthash.6fKPBBSl.dpuf
   
ADSL, Linea Base inclusa e Chiamate senza limiti
© Nursind Messina