Il superamento della quota 100 voluta dalla Lega e approvata dal primo Governo Conte e permette di andare prima in pensione, a patto di avere 62 anni di età e 38 anni di contributi.

Quota 100 andrà in soffitta a fine 2021; questo solleva non poche preoccupazioni per via dello scalone di 5 anni che si andrà a creare a partire dal 2022, si maturerà a 67 anni di età con 20 anni di contributi.

Ci sono però diverse possibilità per anticipare il pensionamento, come la pensione anticipata: fino al 2026 sarà in vigore la pensione anticipata, l’ex pensione di anzianità, che permette di ritirarsi dal lavoro con 42 anni e 10 mesi di contributi versati per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne.

Per cui non ha contributi versati al 31/12/1995, è prevista la possibilità di andare in pensione a 64 anni di età con 20 anni di contributi.

INPS_Messaggio_numero_227_del_20-01-2021