Il segretario Nursind del  Policlinico M.Latella e il segretario territoriale I.Alonge  segnalano al Commissario le criticità del personale covid della U.O di Pneumologia “Il personale dell’U.O.C. di Pneumologia da oltre 18 mesi in prima linea per fronteggiare il comune nemico Covid 19 ci segnala quanto segue:
• Si continua a richiedere e obbligare il personale a usufruire di ferie d’ufficio imposte dal proprio direttore contemporaneamente al personale mandato in ferie, creando notevoli disservizi relativi alla carenza “iatrogena” dello stesso
• Un infermiere del reparto viene mandato a svolgere la propria attività nell’ambulatorio di pneumologia, ambulatorio che si svolge solo ed esclusivamente nelle ore pomeridiane. Tale organizzazione va a danneggiare gli operatori che oltre a svolgere solo servizio pomeridiano, mette in difficoltà l’organizzazione familiare, anche per la perdita dell’indennità su turni.
• I turni di luglio già convalidati prevedono la presenza al covid di una sola unità infermieristica in turno, questo aggraverebbe le ben note difficoltà ambientali psico fisiche e di espletamento anche delle proprie necessità fisiologiche che così sarebbero molto più difficoltose specie nel personale femminile molto rappresentato nella suddetta UOC.

I segretari Nursind chiedono al Commissario:

  1. che ogni unità di personale possa decidere liberamente di disporre delle proprie ferie anche in relazione alle esigenze di servizio;
  2. che l’ambulatorio abbia degli orari consoni ed affini a tutte le altre U.O.C. della nostra Azienda e cioè nel turno antimeridiano magari con espletamento di qualche ora nel turno pomeridiano.
  3. Di erogare a favore del personale che presta o ha prestato servizio al Covid gli incentivi regionali previsti;
  4. Di ripristinare la Pneumologia e le malattie infettive, ormai chiuse da oltre 18 mesi, al fine di poter garantire le cure ai pazienti affetti da BPCO AIDS epatite ed a tutti quei pazienti che da sempre avevano la nostra azienda come punto di riferimento.