Nursind denuncia comportamenti antisindacali del Dirigente Infermieristico del P.O. di Taormina.
Il Dirigente Sindacale del presidio di Taormina Vincenzo Crimi ci racconta i fatti: “..in data 5/06/2021 mentre mi trovavo presso la reception del P.O. di Taormina venivo avvicinato dal dirigente infermieristico de quo, che in maniera aggressiva mi rimproverava del fatto che la O.S. NurSind aveva preso posizione circa il modo in cui veniva gestita la turnazione di personale addetto alla vaccinazione e la maniera poco trasparente in cui il tutto avveniva, chiaramente facendo il suo nome in quanto lo stesso era il responsabile designato dall’azienda” questo episodio racconta il Dirigente Sindacale “avveniva senza curarsi dei visitatori e dei dipendenti presenti continuando ad inveire contro di me e diffamava apertamente l’azione del sindacato”; ultimo episodio che desta preoccupazione per l’evidente comportamento antisindacale accade “il 13/07/2021 quando accompagnavo un iscritto presso l’ufficio del dirigente per discutere su una problematica di costui; non appena ho espresso le mie perplessità circa la problematica de quo, lo stesso dirigente ha iniziato ad additarmi come intruso e mi invitava in maniera brusca ad uscire dalla stanza con tono minaccioso e di non farmi più vedere come dirigente sindacale, né come infermiere e che lui con la sigla sindacale Nursind non vuole averci nulla a che fare ne ora ne mai!”.
E’ evidente che la misura è colma e prosegue il Segretario Territoriale Ivan Alonge “… qualcuno spesso dimentica che lo statuto dei lavoratori legge 20/05/1970 n 300 all’articolo 14 del titolo 2 recita” ART. 14. Il diritto di costituire associazioni sindacali, di aderirvi e di svolgere attività sindacale, è garantito a tutti i lavoratori all’interno dei luoghi di lavoro. Nella fattispecie, è inaccettabile che un dirigente infermieristico utilizza atteggiamenti che mal si conciliano con la funzione al momento rivestita e che al contrario dovrebbe essere caratterizzata da apertura volta a dirimere e non ad accentuare i conflitti.” continua ancora il Segretario Ivan Alonge “Il Nursind denuncerà tali ineccepibili comportamenti in tutte le sedi, valutando anche gli aspetti penali, affinché anche a Taormina sia concessa la prerogativa di fare sindacato a difesa di una categoria sempre più vilipesa. Chiediamo a codesta azienda, per le gravi motivazioni su descritte, la revoca dell’incarico e/o l’irrogazione di sanzioni disciplinari del dirigente in questione.”.